Samara Challenge: una tendenza che spopola in Italia

Samara Challenge: una tendenza che spopola in Italia

La protagonista del famosissimo film horror “The Ring” prende vita e diventa la Samara Challenge

Tutto è nato in alcune zone della periferia napoletana ma presto si è ben diffuso anche in Sicilia, in Sardegna e ultimamente anche nella capitale.
Si aggirano nella notte con una tunica bianca e una parrucca nera, la nuova sfida che sta spopolando sui social, prende ispirazione dalla protagonista, Samara Morgan, del film horror “The ring”.

Samara Challenge, come funziona

La sfida ormai fuori controllo consiste nel travestirsi come la bambina e sfilare per le strade dei paesi e delle città di notte, per terrorizzare i passanti pubblicando i video e foto sui social.
Il costume di Samara prevede una lunga parrucca nera con i capelli che nascondono il viso, una tunica bianca e un coltello finto. L’obiettivo di questa challenge è spaventare le persone per poi dileguarsi nel buio e riportare sui vari social i video e le immagini per raccogliere più like e visualizzazioni possibili. Ma il vero scopo delle visualizzazioni è poter
trovare persone, da ogni parte d’Italia, che si calino nel ruolo per le vie delle città.

I rischi della challenge

In molti casi le persone terrorizzate hanno reagito inseguendo e cercando di colpire le ragazze travestite. Sul web sono molti i video che riportano le difese dei passanti prendendo persino a calci le protagoniste. A questo punto non si può non dire che la sfida sia stata persa, ma lo scherzo ormai diffuso continua sempre di più a spopolare.
Il timore delle persone è quello che questo banale gioco possa finire in tragedia, specialmente in certi quartieri dove la reazione di chi viene spaventato fa più paura anche di Samara.

La challenge in Sardegna

Una turista tedesca di 25 anni è stata fermata dai carabinieri dopo aver vagato per le strade del Sulcis cercando di spaventare la popolazione travestita da Samara.
I militari dell’arma hanno ricostruito le indagini grazie alle segnalazioni ma soprattutto alle foto scattate dalla popolazione alla ragazza che, da ormai tre notti, girava per il paese travestita e truccata da Samara, percorrendo tre chilometri per finire nel cimitero di Fluminimaggiore.
La ragazza non rischia nessuna pena ma il consiglio è sicuramente quello di non accettare la sfida, seppur amanti dei film horror, si possono intraprendere particolari rischi come l’intralcio della circolazione della strada, lo smarrimento in orario notturno, o come è già capitato, l’aggressiva difesa dei passanti.

 

Carlotta Melis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *